My-Med

Anche il modulo MY-MED prevede la normalizzazione dei dati inseriti (essa stessa su base autogenerata come precedentemente indicato), che assumeranno valore strategico in quanto direttamente registrati dal paziente (ad esempio, dal paziente ancora in cura o dalla relativa famiglia, seppur già avvenuta la dimissione dalla struttura di cura); con la compilazione del diario di cura, il follow-up quotidiano del decorso della malattia consentirà al medico di cogliere evidenze minori che possono sfuggire al report del controllo periodico, opportunità questa di grande valore soprattutto nei casi di malattie rare, dalla sintomatologia ancora poco conosciuta. Darà inoltre un ulteriore supporto psicologico al paziente che, soprattutto in alcuni casi, si libererà dall’ansia di non riuscire a rintracciare il medico, anche solo telefonicamente, per la comunicazione di stati sintomatologici transitori; allo stesso tempo, il medico potrà scegliere i momenti più opportuni per l’aggiornamento a distanza sui diversi casi.

Se INTELLIMED risolve le problematiche di creazione, raccolta, analisi e normalizzazione di dati per scopi scientifici all’interno della comunità scientifica, non è da meno la potenza dell’applicazione nella sua forma di best practice rivolta al paziente.

Il controllo su un paziente può essere effettuato solo nel momento in cui lo stesso è presente in ospedale o durante una visita di controllo; purtroppo, è forte l’eventualità in cui sintomatologie anche minime percepite dal paziente durante la degenza domestica, con o senza assistenza specializzata, possano non essere opportunamente registrate. La medicina moderna tende ormai nella pratica a ridurre il tempo di permanenza in ospedale, per motivi economici come anche per garantire una migliore qualità della vita al paziente, ma rischia di non poter registrare dettagli post o pre terapia indubbiamente utili a scopi di ricerca ed approfondimento della diagnosi. Mentre nei casi di patologie diffuse la ricerca purtroppo ha molto materiale da analizzare, nel caso di malattie rare l’esigenza di raccogliere dati anche a livello internazionale diviene fondamentale.

MY-MED nasce come diario del paziente: adotta la struttura dell’auto-normalizzazione del dato, (autocomplete e predictive) ancor più importante per un’utenza (medici – pazienti) che difficilmente condivide lo stesso linguaggio.

Mentre INTELLI-MED è organizzato e strutturato per essere condiviso all’interno di un’ampia comunità scientifica che condivide operatività e linguaggio (non sempre…), MY-MED è destinato a raccogliere le informazioni di pazienti che condividono patologie comuni o assimilabili.

Il gruppo admin in fase di START-UP definisce la macro area della patologia (Es. ALLERGOLOGIA, CARDIOLOGIA, ONCOLOGIA, etc…), ma ogni paziente viene autorizzato all’accesso automatico alla sua specifica area di pertinenza, senza ulteriore visibilità sulle altre aree.

Gli amministratori potranno configurare le opzioni dei moduli che verranno compilati dai pazienti e come per INTELLI-MED  definire quali “opzioni degli utenti” abbiano raggiunto la maturazione prevista per migrare nelle opzioni standard che il sistema propone in fase di compilazione.

Nel dettaglio l’admin può abilitare l’accesso di un nuovo paziente, assegnarlo ad una patologia specifica e definire quali schede e con quale periodicità sia autorizzato a compilare.

Il paziente accede ad un’interfaccia molto semplice nella quale sono presenti le schede che può compilare.

Avrà la possibilità di verificare le informazioni inserite in modo da poter linkare a schede già compilate in precedenza per lo stesso ciclo di terapia, monitorando così autonomamente cambiamenti di percezione del proprio stato.

A differenza dell’admin il paziente ha visibilità solo sull’area di pertinenza a cui è stato abilitato e logicamente non avrà alcun tipo di visibilità sulle schede inserite dagli altri pazienti.

La scheda del diario del paziente è composta esclusivamente da radio button, checkbox e tendine di selezione, ma non prevede campi di testo libero (ad esclusione dei predictive nell’opzione ‘altro’) proprio per evitare la raccolta di dati inutilizzabili per finalità scientifiche.

Per ogni quesito che prevede una casistica aperta, MY-MED utilizza il modulo a tendina community ed il campo ‘altro’ in modalità predictive.

Se da un lato ogni paziente vede solo le proprie schede, egli condivide però con gli altri pazienti la logica di normalizzazione del dato, in quanto, se un altro utente di area ALLERGOLOGICA (per fare un esempio)   completa il proprio diario inserendo nuove casistiche nelle tendine, tutti i pazienti di quell’area condivideranno ed avranno al possibilità di selezionare la nuova voce inserita nella tendina community.

Nei vari step di completamento saranno proprio i pazienti a normalizzare i dati e ad indicare con la propria terminologia stati, sintomi e opzioni, arricchendo così il sistema di raccolta dati con informazioni imprevedibili a priori.

Il principale scopo del progetto trova la sua massima espressione nella consultazione, trattamento, e produzione di punti di vista macro e più di dettaglio sulle informazioni inserite nel sistema. Attraverso il modulo di elaborazione, l’admin può definire nuove query sul db, pubblicare nuove statistiche e creare report periodici secondo un sistema di filtering del dato. Le statistiche potranno assumere interesse particolare (per paziente), per patologia o per fase della malattia (es.: post-terapia).